CHI SIAMO
DOVE SIAMO
STORIA
Giuseppe MAZZIOTTI
I PILOTI RC
NUOVO STATUTO  2017
LE NOVITA' AL CAMPO
EVENTI
IL CRASH DELL'ANNO
GALLERIA IMMAGINI
PAPERISSIMA NEWS
VIDEOS
ARTE MODELLISTICA 1
ARTE MODELLISTICA 2
ARTE MODELLISTICA 3
ARTE MODELLISTICA 4
LINK  PREFERITI
IL GIORNO 1° GENNAIO 2017  SI E' COSTITUITO IL COMITATO DIRETTIVO  CHE SOSTITUISCE IL PRECEDENTE CONSIGLIO DIRETTIVO.

L'associazione Aeromodellisti MOVM Mario Visintini di Latina è un'associazione non riconosciuta, che trova piena rilevanza giuridica tutela e normazione nella COSTITUZIONE, nel CODICE CIVILE  e nelle leggi ad esso collegate.

PER CHI NON ANCORA NON LO SAPESSE...
ED A CHI VA DICENDO CHE IL NOSTRO STATUTO NON VALE NULLA...

VORREMMO RAMMENTARE CHE :

Per fondare un’associazione non vi è nessun obbligo particolare, né autorizzazioni da parte di autorità  o ente pubblico, poiché la libertà  di associazione rientra in quei diritti civili fondamentali garantiti dalla Costituzione Italiana (Parte I, Titolo I).

L’articolo 18 della Costituzione Italiana recita: “I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazioni, per fini che non sono vietati dalla legge penale. (…)”

INOLTRE VA RICORDATO CHE :

Il comma 1 dell’art. 36 del codice civile stabilisce che l’ordinamento interno e l’amministrazione delle associazioni non riconosciute come persone giuridiche sono regolati dagli accordi degli stessi associati.

AD ABUNDANTIAM... RAMMENTIAMO CHE :

Le associazioni non sono obbligate a tenere i verbali delle assemblee né tanto meno quelli delle riunioni del Consiglio Direttivo. Lo stesso si può dire anche per il registro dei soci e gli altri libri sociali e contabili. Quando una associazione riceve soldi (quote e contributi associativi, donazioni, corrispettivi per attività  non commerciali o per attività  commerciali occasionali), rilascia, se richiesta, una ricevuta.  Le ricevute (quietanze) emesse da associazioni per la riscossione di quote e contributi associativi sono esenti dall’imposta di bollo in modo assoluto (art. 7 tabella B, D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 642 e D.P.R. 30 dicembre 1982 n. 55)

...PER TORNARE AL NOSTRO STATUTO... 

IL NUOVO STATUTO ASSOCIATIVO qui sotto riportato nella sua stesura integrale, così come approvato dal comitato direttivo, costituisce un ATTO GIURIDICO NEGOZIALE di autonomia privata (esso appartiene infatti all'estesa famiglia dei NEGOZI GIURIDICI ).

I NEGOZI GIURIDICI sono manifestazioni di volontà di una o più parti rivolte ad uno scopo pratico : costituire , modificare, regolare od estinguere rapporti giuridici. 

In questo modo,  sulla base del principio di "autonomia negoziale" che nel  nostro ordinamento giuridico trova ampia tutela,  e riconoscimento,  i "soggetti privati" possono gestire e tutelare i propri interessi e rapporti giuridici, come meglio credono, sempre  che agiscano entro i limiti imposti dalle fonti normative esistenti (sono tutelati e leciti tutti gli atti giuridici che non siano contrari a norme imperative, all'ordine pubblico o al buon costume).

PER QUANTO PRECEDE : lo statuto della nostra associazione non riconosciuta, ancorché non depositato presso un notaio e non registrato amministrativamente nei modi di legge,  è tuttavia comunque  un atto giuridico di autonomia privata, (avente la forma di una "scrittura privata" non registrata)  ed è "validissimo" , in quanto tutelato e regolato dalla legge . Esso è quindi opponibile a tutti i soggetti giuridici cui esso si rivolge :  in particolare esso è valido ed opponibile nei confronti di tutti i membri dell'associazione i cui rapporti giuridici vengono così regolati per le finalità che l'associazione si prefigge.

NE CONSEGUE CHE :   a tutti i soggetti che fanno parte dell'associazione o chiedono di farne parte in qualità di associati sportivi,  è fatto obbligo di accettare e rispettare le norme contenute nello Statuto.

SI AVVISANO TUTTI GLI ASSOCIATI SPORTIVI CHE LA MANCATA ACCETTAZIONE DELLO STATUTO E' CAUSA DI RADIAZIONE DALL'ASSOCIAZIONE E PERDITA DELLA 
RUOLO DI ASSOCIATO SPORTIVO


Si ribadisce che  l'associazione Aeromodellisti MOVM Mario Visintini di Latina è un'associazione di natura PRIVATA , la cui base operativa - 
il campo di volo CHARLIE - sita sulla via Mediana in Località argilla a Latina, 
NON E' APERTA AL PUBBLICO

ma è accessibile solo ed esclusivamente a coloro i quali facciano regolarmente parte dell'associazione medesima: ossia i membri del comitato direttivo, gli associati sportivi aspiranti od effettivi  (in regola con le quote associative valide per l'anno in corso).


NUOVO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE AEROMODELLISTI

M.O.V.M. Mario VISINTINI - LATINA

 Art.  1) E’ costituita l’Associazione sportiva  amatoriale e senza fini di lucro denominata:

“GRUPPO AEROMODELLISTICO M.O.V.M. Mario Visintini”

 Art.  2) L’Associazione ha sede in LATINA – c/o Campo di volo in località Argilla (strada mediana direzione Terracina)

 Art.  3) L’Associazione ha per scopo la promozione, lo sviluppo ed il coordinamento dell’attività sportiva aeromodellistica dei suoi soci, mediante la diffusione della cultura aeronautica e la tecnica proprie di questo sport ed intende contribuire alla formazione di una coscienza responsabile per un corretto esercizio dell’attività stessa. L’Associazione a tal fine potrà organizzare ogni genere di manifestazione aeromodellistica, nonché corsi per l’avvicinamento e la pratica della disciplina, nonché stampare e divulgare materiale di informazione concernente l’attività stessa. Inoltre essa potrà prestare la propria collaborazione ad altre associazioni per lo sviluppo di iniziative similari.

In via del tutto marginale, per il raggiungimento dei propri scopi, l’Associazione potrà svolgere attività di carattere commerciale e pubblicitaria ed ogni altra attività utile per il raggiungimento dello scopo.

 Art.  4) L’associazione è volontaristica, apolitica, amatoriale, dilettantistica,  non confessionale e non si prefigge scopi di lucro. La sua durata è a tempo indeterminato.

 Art.  5)  ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

L’ASSOCIAZIONE E’ COSTITUITA DA DUE ENTITA’ :

(A)                IL GRUPPO DIRIGENTE rappresentato dal COMITATO DIRETTIVO

(B)                IL GRUPPO DEGLI ASSOCIATI SPORTIVI

A)       IL COMITATO  DIRETTIVO

- il Comitato direttivo anche denominato in seguito “gruppo dirigente”, HA LA RESPONSABILITA’ di gestire tutte le attività dell’associazione e coordinare l’attività sportiva del gruppo sportivo amatoriale,  nel suo insieme..

IL COMITATO DIRETTIVO COME COSTITUITO DAL PRECEDENTE STATUTO, RESTA IN CARICA A TEMPO INDETERMINATO A PARTIRE DAL GIORNO DELLA SUA COSTITUZIONE ma puo’ modificare al suo interno gli incarichi  rivestiti dai suoi singoli membri  trasferendoli da un membro all’altro del Comitato, o in casi particolari previsti all’art. 13 , trasferendoli in capo ad un nuovo membro appositamente nominato e scelto tra gli associati sportivi . La nomina deve avvenire per approvazione del medesimo COMITATO  a maggioranza. (VEDASI ART.13 seguente)

- I MEMBRI DEL COMITATO DIRETTIVO VOTANO A MAGGIORANZA SU TUTTI GLI ATTI DI GESTIONE DELL’ASSOCIAZIONE CHE ESULINO DALL’ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

-Gli atti di ordinaria amministrazione invece, vengono posti in essere su accordo di almeno due membri del Comitato direttivo. Per quanto concerne gli atti esercitati dal tesoriere a beneficio e nell’interesse dell’associazione, essi  vengono posti in essere in autonomia ,  in funzione della delega fiduciaria conferita al medesimo,  dal Comitato direttivo.

- spetta solo ed esclusivamente al Comitato direttivo la decisione circa l’accettazione dei nuovi ASSOCIATI SPORTIVI  presso il gruppo di volo “Visintini”

- La decisione del Comitato direttivo circa l’acquisizione, l’espulsione o la mancata accettazione di ASSOCIATI SPORTIVI è insindacabile.

 

 B)        GLI ASSOCIATI SPORTIVI.

Gli aeromodellisti appartenenti all’associazione Mario Visintini, che non facciano parte del Comitato direttivo vengono denominati “ASSOCIATI SPORTIVI”.

Tutti coloro che  intendano associarsi al gruppo “Visintini”, devono obbligatoriamente essere presentati al COMITATO DIRETTIVO  da uno dei suoi membri.

Il Comitato direttivo acquisisce la domanda dell’ASPIRANTE ASSOCIATO ed entro tre/sei  mesi dalla richiesta delibera in merito all’accettazione dell’iscrizione sulla base delle finalità sociali e di sicurezza che l’Associazione si prefigge .

In caso di votazione favorevole del Comitato direttivo, l’aspirante viene iscritto per il periodo di un anno nell’elenco degli “aspiranti associati sportivi”.

Dopo un anno di attività sportiva sufficientemente continuativa il Comitato Direttivo, sulla base dell’attitudine tecnica e dell’affidabilità dimostrata dall’aspirante socio in ordine di sicurezza di sé e degli altri, giudicherà insindacabilmente l’iscrizione dello stesso nell’elenco degli “ASSOCIATI SPORTIVI ORDINARI”   oppure ne sancirà la sua esclusione.

E’ previsto che il Comitato Direttivo deliberi l’allontanamento di un aspirante per gravi motivi, prima del compimento dell’anno di prova.

IL MANCATO PAGAMENTO anche solo di una parte della quota ASSOCIATIVA , comporta la sospensione della qualifica di ASSOCIATO SPORTIVO e puo’ portare all’espulsione dall’associazione stessa entro un periodo di sei mesi.

OGNI ASPIRANTE  E/O ASSOCIATO SPORTIVO IN FORZA all’associazione, deve OBBLIGATORIAMENTE ACCETTARE INCONDIZIONATAMENTE E QUINDI sottoscrivere lo Statuto ed i regolamenti dell’Associazione e deve essere in regola con il pagamento delle quote sociali previste per l’anno in corso (sotto pena di espulsione dal gruppo sportivo).

 Art.  6)  PERDITA DELLA QUALIFICA DI ASSOCIATO

La qualifica di associato si perde:

a)     per dimissioni presentate per iscritto;

b)     per morosità nel pagamento anche di UNA SOLA  quota sociale;

c)      per esclusione/radiazione  deliberata dal Comitato direttivo : gli associati possono essere radiati dall’associazione M.Visintini per gravi motivi, per     comportamento che possa mettere in pericolo la propria incolumità o quella degli altri, per condotta riprovevole e per atti ed azioni pregiudizievoli agli interessati dell’Associazione. Detto provvedimento dovrà essere comunicato all’interessato mediante lettera raccomandata od altri mezzi idonei ad informare compiutamente l’interessato.

d)     Per decesso.

 Art.  7) IN CASO DI CESSAZIONE :

L’ Associato che cessa di appartenere all’Associazione per qualsiasi motivo ha l’obbligo di rendere tutto quanto avesse in consegna di proprietà dell’Associazione. Non ha diritto al rimborso della quota pagata e non dovrà vantare alcun diritto sul fondo dell’associazione che è di gestione e proprietà esclusiva del Comitato direttivo.

 Art.  8) Attività sportiva amatoriale

Gli aspiranti associati, e gli associati effettivi (ordinari) che intendano intraprendere o continuare l’attività sportiva dovranno tassativamente avere la copertura assicurativa per responsabilità civile per danni a persone, animali e cose causati durante lo svolgimento dell’attività stessa. I massimali assicurativi di copertura non dovranno essere inferiori ai minimi stabiliti per le autovetture circolanti nel nostro paese.

Ogni associato o aspirante, riconosce di essere personalmente l’unico responsabile in sede civile e penale di eventuali danni da lui causati a persone, animali e cose durante lo svolgimento dell’attività aeromodellistica.

 Art. 9) L’adesione all’Associazione ha durata annuale e richiede la compilazione di tutti i formulario sottoposti all’aspirante dal Comitato direttivo affinchè l’aspirante associato possa indicare le generalità complete ed i recapiti necessari al suo reperimento in caso di necessità.

Art. 10) GESTIONE DELLA VITA ASSOCIATIVA

Gli ASPIRANTI E GLI ASSOCIATI SPORTIVI - non hanno diritto di voto tale diritto fa capo solo ed esclusivamente ai membri del Comitato direttivo che sono il gruppo dirigente dell’associazione.

Gli ASPIRANTI E GLI ASSOCIATI  SPORTIVI - non possono vantare alcun diritto sul fondo economico di proprietà dell’associazione la cui gestione e possesso spettano solo ed esclusivamente al Comitato direttivo per il raggiungimento delle finalità statutarie dell’associazione.

11) OBBLIGHI DI ASPIRANTI ED ASSOCIATI

TUTTI GLI ASSOCIATI E TUTTI GLI ASPIRANTI ASSOCIATI hanno l’obbligo di:

-         accettare lo Statuto ed il regolamento associativo firmandone i relativi documenti ;

-         accettare le decisioni del Comitato Direttivo.

 Art. 12) Il Comitato Direttivo è investito di ogni potere, ordinario e straordinario sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento e l’attuazione degli scopi statutari.

Il Comitato Direttivo provvede  inoltre:

-         alla predisposizione del rendiconto e della relazione economica annuale;

-         a predisporre i regolamenti interni;

-         all’accettazione, valutazione o radiazione degli associati sportivi già praticanti ordinari (effettivi);

-  all’accettazione, valutazione o radiazione degli aspiranti associati sportivi nonché all’iscrizione degli stessi nell’elenco degli associati ordinari (effettivi);

-         all’emanazione di provvedimenti disciplinari previsti dai regolamenti;

-         alla determinazione delle quote associative annue.

-  Alla gestione complessiva DEL CAMPO/DEI CAMPI DI VOLO in possesso  dell’associazione;

Art. 13) ASSEMBLEE DIRETTIVE - ELEZIONE/MODIFICA/RINNOVO DEL COMITATO DIRETTIVO

A) AFFINCHE’ UN’ASSEMBLEA DEL COMITATO DIRETTIVO SIA VALIDAMENTE COSTITUITA, OCCORRE LA PRESENZA DI ALMENO DUE TERZI DEI COMPONENTI DEL COMITATO.

B) IL COMITATO DIRETTIVO DECIDE SEMPRE SULLA BASE DELLA MAGGIORANZA DEI VOTI ESPRESSI DAI PRESENTI .

C) Il Comitato Direttivo si riunisce su convocazione o su richiesta scritta di almeno due componenti del Comitato. Le riunioni e le relative delibere saranno riportate su apposito verbale a cura del segretario, controfirmato dai presenti.

D) RINNOVO CARICHE DEL DIRETTIVO - Ogni cinque anni i componenti del Comitato direttivo determineranno al loro interno la distribuzione degli incarichi  come per esempio : responsabile pista e regolamenti,  il segretario, il tesoriere ed i consiglieri, ma il rimpasto delle cariche puo’ essere  realizzato anche prima della scadenza dei cinque anni a causa di dimissioni dall’ incarico presentate da parte di un membro del direttivo ovvero per la sua cessazione (cfr art. 6).

E)  La modifica e/o sostituzione delle cariche puo’ venire effettuata tra gli stessi membri del Comitato, oppure acquisendo ed AGGIUNGENDO COSI’ al Comitato direttivo,  un nuovo membro, scegliendolo tra gli associati sportivi. In tal caso, almeno due membri del Comitato direttivo CONVOCANO il Comitato direttivo in assemblea, quest’ultimo deve poi decidere e deliberare a maggioranza.

F) I componenti del Comitato Direttivo che saranno assenti in dieci riunioni senza giustificato motivo saranno considerati dimissionari e verranno sostituiti, così pure in caso di radiazione o adozione di provvedimenti disciplinari comportanti la sospensione.

 

 

 Art. 14) IL COMITATO DIRETTIVO E’ ORGANO DIRETTIVO COLLEGIALE

Il Comitato direttivo ha la rappresentanza legale collegiale dell’Associazione; puo’ disporre atti e provvedimenti con facoltà di delega; può aprire C/C bancari o libretti di risparmio nominati ad uno dei suoi membri in nome e per conto dell’Associazione.

Coordina le iniziative per il regolare funzionamento dell’attività; adotta tutti i provvedimenti a carattere d’urgenza.

Convoca le assemblee del Comitato direttivo (gruppo dirigente).

Art. 15)  FONDO COMUNE

Il patrimonio consiste in tutti i beni, che a qualsiasi titolo, siano diventati di proprietà dell’Associazione.

In esso confluiscono:

-         le quote sociali che gli associati sono tenuti a versare;

-         gli eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

-         le donazioni, erogazioni e lasciti;

-    Beni mobili o eventualmente immobili;

-         ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale.

Il rendiconto annuale dovrà comprendere:

a)     la situazione patrimoniale;

b)     il conto della gestione;

 sarà presentato all’approvazione del Comitato direttivo dal Tesoriere/Amministratore pro tempore in carica.

Gli ASPIRANTI E GLI ASSOCIATI SPORTIVI - non possono vantare alcun diritto sul fondo economico di proprietà dell’associazione la cui gestione e possesso spettano solo ed esclusivamente al Comitato direttivo per il raggiungimento delle finalità statutarie dell’associazione.

SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

 Art. 16) In caso di scioglimento l’eventuale residuo attivo verrà devoluto ad Enti aventi finalità analoghe o simili a quelle dell’Associazione, o in beneficenza, secondo la delibera dell’Associazione.

CLAUSOLA COMPROMISSORIA

 Art. 17) Tutte le controversie tra l’Associazione e i soci del comitato e/o  loro aventi causa, ovvero tra i soci medesimi e/o loro aventi causa, saranno sottoposte a giudizio di un Collegio arbitrale secondo le norme dell’ arbitrato previste dal codice civile ex artt-1341  1342 e norme collegate.

 Art. 18) Per tutto quanto non contemplato nel presente Statuto, valgono le norme statutarie e regolamentari della F.A.I. e le norme del Codice Civile.

=======================================================



Site Map